Aggiornamenti importanti

Pagine di promozione culturale e turistica

giovedì 31 agosto 2017

Scuola salva. Anche quest’anno i bambini del paese potranno frequentare regolarmente l’istituto “F. Di Paolo”

La scuola dell'Infanzia e Primaria di Campo di Giove "F. Di Paolo" sarà regolarmente sede di lezioni e didattica anche per l'anno scolastico 2017/2018
CAMPO DI GIOVE – L’amministrazione comunale ha comunicato che, anche quest’anno la scuola del paese “F. Di Paolo” sarà regolarmente sede di lezioni e didattica per i bimbi della scuola dell’infanzia e primaria.
 
Come noto, si temeva la chiusura del locale istituto a causa dell’esiguo numero di bambini iscritti, il gruppo consiliare “La locomotiva” aveva anche chiesto di inserire la questione con uno specifico punto all’OdG in Consiglio comunale, così come avventuo il 31 luglio scorso.

Ieri dunque la svolta, con il comunicato pubblicato sulla pagina Facebook del Comune in cui si legge: “Il Sindaco e l’amministrazione tutta, dopo un lavoro di comunicazione e richieste con il personale di competenza, comunica che è stata autorizzata dall’Istituto Scolastico Provinciale l’apertura in deroga della sezione della Scuola dell’Infanzia di Campo di Giove per l’a.s. 2017/18. Contenti del risultato ottenuto, auguriamo ai piccoli iscritti e ai loro genitori un anno ricco di progetti.”

Anche la nostra redazione rivolge i suoi auguri ai bambini affinché sia un anno proficuo per il loro apprendimento e per la loro crescita.

lunedì 28 agosto 2017

Danneggiata la stele commemorativa “Una stella sulla Majella”

La stele commemorativa "Una stella sulla Majella" posta sul sentiero che conduce a Monte Coccia che è stata danneggiata
CAMPO DI GIOVE – Autori ignoti o autore ignoto ha (hanno?) danneggiato la stele posta sul sentiero che conduce a Monte Coccia posta il 1 maggio del 2015 dall’Amministrazione comunale – in occasione del XV Freedom Trail – per ricordare il passaggio di partigiani e soldati che, durante la seconda guerra mondiale, tentavano di raggiungere l’esercito Alleato al di là della Maiella.

Un passaggio il cui esito felice veniva trasmesso da Radio Londra.

Ieri infatti, Tato Tarulli ha postato su Facebook la foto della stele con le iscrizioni “DUX” incise sulla lastra.

L’episodio ha indignato la comunità locale che si è sentita ferita per l’oltraggio alla memoria di quanti combatterono contro il nazifascismo i cui misfatti produssero tante sofferenze anche a Campo di Giove.

Ci si augura che le Autorità possano far luce sul grave episodio di inciviltà e ignoranza.

La nostra redazione si associa a quanti hanno espresso disapprovazione e condanna per l’accaduto.

Numeri vincenti della lotteria Pro-Loco di Campo di Giove, estate 2017


Numeri vincenti della lotteria Pro-Loco di Campo di Giove, estate 2017.

CAMPO DI GIOVE, Di seguito i numeri vincenti della lotteria della Pro Loco di Campo di Giove per l’estate 2017.





 
Clicca qui per scaricare il file con i numeri vincenti della Lotteria Pro-Loco di Campo di Giove.

sabato 26 agosto 2017

Avvicendamento in Consiglio comunale

Stemma comunale di Campo di Giove (Aq)
CAMPO DI GIOVE – Mercoledì 23 agosto si è svolto il terzo Consiglio comunale dopo le elezioni dell’11 giugno.

Il Consiglio ha ratificato l’avvicendamento tra i Consiglieri Stefano Di Mascio e Paolo Di Loreto. 

In sostanza le dimissioni presentate dal Vicesindaco Di Mascio hanno consentito che il primo (e unico) candidato non eletto della lista di maggioranza “Nuovi Orizzonti 2.0” rientrasse a far parte dell’assemblea cittadina.

Le dimissioni tuttavia hanno avuto subito una compensazione, nel senso che lo stesso Stefano Di Mascio è stato nominato Assessore esterno, una prerogativa del Sindaco – quella della nomina – regolata dall’articolo 25 dello Statuto comunale laddove si legge: “[…] possono essere nominati anche Assessori esterni al Consiglio, nel massimo di 1, purché dotato dei requisiti di eleggibilità e compatibilità ed in possesso di particolare competenza ed esperienza tecnica amministrativa o professionale.

L’Assessore esterno può partecipare alle sedute del Consiglio ed intervenire nella discussione ma non ha diritto di voto”.

Al nuovo Assessore esterno è stata poi confermata la carica di Vicesindaco.

Segnaliamo infine che nel corso della discussione, il gruppo della lista civica “La locomotiva” ha richiesto nuovamente alla maggioranza una riunione pubblica per discutere insieme ai rappresentanti della Pro-Loco, Associazione commercianti e imprenditori e cittadini le “linee guida” di sviluppo del paese a cominciare dalle indicazioni circa la formulazione del nuovo bando di gara per l’individuazione del gestore degli impianti di risalita.

A questo proposito il Sindaco Giovanni Di Mascio si è reso disponibile ad un eventuale Consiglio comunale aperto da tenersi a breve.

Non ancora spento l’incendio del Morrone

Il personale dei Vigili del Fuoco in azione nello spegnimento dell'incendio del Morrone (foto tratta dal sito www.rete8.it)
I Vigili del Fuoco in azione per spegnere l'incendio del Morrone
(foto tratta dal sito www.rete8.it)
CAMPO DI GIOVE – Nonostante il consistente impiego di uomini e mezzi il Morrone continua a bruciare. 

L’incendio che è scoppiato da quasi una settimana non è stato infatti ancora completamente spento.

Da giorni anche in paese si nota un’aria leggermente offuscata a causa dei fumi trasportati dal vento.

Non sono mancate poi alcune polemiche, con il Sindaco di Sulmona Annamaria Casini che ha manifestato il proprio disappunto per il ritardo da parte delle istituzioni nel rafforzamento del personale richiesto per mettere fine all’incendio che, considerate le proporzioni e la durata, ha già prodotto notevoli danni, conflitti di attribuzione di competenze che hanno riguardato il Parco Nazionale della Majella e la gestione dei numerosi volontari accorsi per dare una mano nelle operazioni di spegnimento.

Ci si augura che nelle prossime ore si riesca finalmente ad avere ragione sul fuoco, grazie al lavoro dei Vigili del Fuoco, militari e Protezione Civile.

domenica 20 agosto 2017

Continua a bruciare il Monte Morrone

CAMPO DI GIOVE - Continuano a bruciare ampie zone del Monte Morrone, i Canadair - impiegati ininterrottamente da ieri - hanno circoscritto l’incendio nella parte della montagna che collega Pacentro con Passo San Leonardo (nel video girato oggi pomeriggio alle 15:00 viene ripreso un Canadair in azione).

Il vento però favorisce il propagarsi di piccoli incendi sempre nello stesso versante in direzione Nord-Ovest, tanto che da circa un’ora, un altro importante incendio sta interessando la zona in località Marane, nei pressi di Sulmona.

I mezzi dei Vigili del Fuoco sono all’opera nel fronteggiare l’emergenza.

sabato 19 agosto 2017

Incendio sulle pendici del Monte Morrone

Incendio sul Mone Morrone tra Sulmona e Pacentro.
L'incendio sul Monte Morrone (foto Andrea Di Gregorio)
CAMPO DI GIOVE – Un incendio sta interessando da qualche ora il Monte Morrone nel versante di Pacentro. 

L’incendio è visibile a molta distanza, anche provenendo da Campo di Giove in direzione Passo San Leonardo.

Per lo spegnimento si sta impiegando un Canadair e il Sindaco di Pacentro ha momentaneamente riaperto la strada provinciale 487 che collega il comune a Passo San Leonardo per favorire il transito dei mezzi di soccorso.

Fonti accreditate sostengono che l’incendio sia di natura dolosa e che sia stato provocato almeno da due inneschi.

Convocato il Consiglio comunale per mercoledì 23 agosto

Convocazione del Consiglio comunale di Campo di Giove per mercoledì 23 agosto 2017
Convocazione del Consiglio comunale di Campo di Giove
per mercoledì 23 agosto 2017
CAMPO DI GIOVE – Mercoledì 23 agosto 2017 è stato convocato il Consiglio comunale di Campo di Giove per discutere i seguenti punti all’Ordine del giorno:

1) Surroga Consigliere comunale Stefano Di Mascio;

2) Presa d’atto comunicazione nomina Assessore esterno e Vicesindaco;

3) Affidamento area lago Ticino – Rettifica deliberazione n. 30 Consiglio comunale del 26.06.2017;

4) Affidamento impianti sciistici comunali – Atti di indirizzo.

mercoledì 16 agosto 2017

Campo di Giove: appunti d’estate

La tribute band KOM in concerto a Campo di Giove
Un momento del concerto dei KOM (tribute band di Vasco Rossi)
a Campo di Giove
CAMPO DI GIOVE – Ieri sera una piazza piena di giovani ha cantato il repertorio di Vasco Rossi insieme alla cover band KOM che per l’occasione ha avuto come ospite d’eccezione il bassista storico della rockstar Claudio Golinelli. Canzoni come: Stupendo, Vita spericolata, Sally,… sono state la colonna sonora del paese per un’intera sera.
La performance dei KOM è stata molto apprezzata, confermandosi tra le tribute band di Vasco Rossi più conosciute e seguite, in chiusura il leader del gruppo Mirco Salerni ha più volte ringraziato il presidente della Pro-loco Marcello D’Amico e Floriano Antonelli per la buona riuscita dell’evento.

Oggi e domani sono invece previste le feste in onore dei santi Rocco ed Emidio con il programma religioso e civile che avrà questi orari: Sante Messe alle 11:00 e alle 18:00 (chiesa di Sant’Eustachio), processioni alle 19:00, giochi popolari delle 15:00 alle 17:00 (Piazza A. Duval) e ballo della pupa la sera del 17.

La sera del 18 invece si esibiranno i “Tree Gees” con il loro stile “More Than a Tribute”: “essere se stessi, evitando di concentrarsi sull’emulazione fisica e gestuale dell’icona ‘Bee Gees’, dedicandosi a catturare l’anima della loro musica aggiungendo la propria, che è quella di musicisti raffinati ed esperti ma sempre alla ricerca dell’emozione da condividere con chi li ascolta”. www.treegees.com

Il gruppo ha prodotto infatti brani originali come “Love Me at Christmas” in collaborazione con Bruno Zambrini, celebre autore di successi italiani degli ultimi 40 anni.

Il 20 si concluderà il cartellone “Campo di Note” con Battista Lena Unit Three, “Questo trio vede la partecipazione di due figure molto note a livello nazionale e non solo: Ares Tavolazzi e Marcello Di Leonardo, entrambi in possesso di una peculiare sensibilità che consente loro di dialogare e interagire in modo sottile.

Il repertorio, che comprende composizioni originali, temi di Battista per il cinema e grandi standards, è qui riportato a una lettura essenziale e scarna: melodia, armonia e ritmo.
Un gioco cangiante dove l’ascolto reciproco è essenziale e dove i ruoli si confondono e si ritrovano avendo come comune riferimento l’amore per il Jazz. www.campodinote.it

domenica 13 agosto 2017

Grande successo per la rappresentazione teatrale Primiano, brigante per amore

CAMPO DI GIOVE – Ieri sera un pubblico numerosissimo ha assistito nel cortile di Palazzo Nanni alla rappresentazione teatrale “Primiano, brigante per amore”, lo spettacolo diretto dalla regista Eleonora Pariante che ha voluto raccontare la storia del famoso personaggio campogiovese vissuto nell’800 e divenuto una figura leggendaria per tutto il paese.

La storia di Primiano è quella di un ragazzo giovane e forte che vive di pastorizia ma che si rifiuta di obbedire agli ordini di don Vincenzo Ricciardi – signorotto del paese – che vuole indurlo a sposare la figlia della sua amante donna Francesca.

Primiano infatti è innamorato di Giovannella, una giovinetta figlia di pastori di Palena e così, dopo mesi di violenze e ricatti subiti da don Vincenzo, mette in atto un gesto plateale di sfida, sterminandone l’intero gregge che aveva in custodia, facendo precipitare uno a uno i vari capi di bestiame dal “pesce di Baccalà”.

Inizia così la sua vita di “fuorilegge” e “brigante” che vive dandosi alla macchia e che lambisce la Storia del tempo entrando a far parte, anzi, divenendo il capo di una banda di “briganti”.

Una donna infine, tradisce il protagonista, rivelando il nascondiglio ai militari che gli davano la caccia.

Primiano viene condannato a morte, successivamente la condanna gli viene commutata con l’ergastolo, vive 45 anni in carcere.

Rilasciato per buona condotta, fa ritorno al suo amato paese nel 1911.

Il protagonista Primiano (Gennaro Casasanta) recita il monologo finale gridando ancora una volta la giustezza di una scelta derivante dai valori di giustizia e libertà che in qualunque epoca dovrebbero essere difesi contro ogni oppressore.

Senza dubbio l’auspicio formulato dalla regista è stato pienamente soddisfatto:

“Il testo è stato scritto, traendo spunto dal libro che Giovanni Presutti ha scritto sulla vita del brigante, non si è voluto fare dello spettacolo una mera descrizione storica didascalica, ma piuttosto una narrazione che raccontasse in modo romanzato ed emozionante una storia, una vicenda realmente accaduta durante l’Unità d’Italia.

Vorremmo che questa sera guardaste lo spettacolo – che ha richiesto mesi di impegno e l’entusiasmo delle persone del territorio – con sguardo fanciullo, che ci ascoltaste, come se fossimo i vostri ‘cantastorie, che di paese in paese, vanno raccontando le gesta degli eroi della loro Terra’”.

Il pubblico, come dicevamo, ha assistito con partecipazione alle vicende narrate, e ha espresso il suo apprezzamento con lunghi applausi e ovazioni rivolte a tutti gli “attori” e ai collaboratori dello spettacolo.

Un risultato che – secondo noi – rappresenta il miglior premio a tanta buona volontà, impegno e dedizione per quanti hanno saputo emozionare, nell’intento di far vibrare le corde del cuore a chi, in una sera d’estate, ha ascoltato la storia di “Primiano, brigante per amore”.

La compagnia teatrale è formata da attori non professionisti, uomini, donne, bambini perlopiù di Campo di Giove, nell’ordine:

Loredana Antonetti, Miriam Capaldo, Gennaro Casasanta, Manuela Casasanta, Marisa D’Amico, Marcello D’Amico, Laura Del Mastro, Anna Maria Di Fiore, Liliana Di Iorio, Mariagrazia Di Iorio, Maria Di Marzio, Alessio Pedica, Francesco Vella, Lino Vella.

Olga Di Gesualdo, Aurora Cotognini, Alessio De Panfilis, Giovanni Faraglia, Elio Pensa, Simone Santilli, Sandra Antonetti, Eustachio Capaldo, Pietro Di Paolo, Monica Vella, Debora Capaldo, Francesca Nero, Agnese Casasanta, Marta Colelli, Lavinia Colelli, Domenico D’Andrea, Berardino Capaldo, Christian Santilli, Samuele Verna, Ornella Colelli.

Regia
Eleonora Pariante

Aiuto regista
Fiorella Tarulli e Marilena Di Mascio

Disegno luci e fonica
Manuela Barbato

Musiche dal vivo
Banda dei Briganti con Alessandra D’Agostino

Acconciature
Fara Lo Pipero e Marialisa

Il video con scene e intervista alla regista è stato realizzato dal videomaker Franco Palumbo e pubblicato sulla pagina facebook del Comune di Campo di Giove.

venerdì 11 agosto 2017

L’oasi del Germano reale di Campo di Giove. Tra natura, relax e prodotti tipici

Area naturalistica Oasi del Germano reale a Campo di Giove.
“Oasi del Germano reale”, è questo il nome che i nuovi gestori dell’area naturalistica del Lago Ticino hanno scelto per dare il giusto risalto alle varietà di flora e fauna tipiche di questo angolo del paese tra i più belli e rappresentativi dell’ambiente naturale di Campo di Giove.

Giacomo e William hanno rilevato da poco tempo la gestione dell’area e si sono dati subito da fare per valorizzarla al meglio, fondendo la professionalità del primo nella gestione del chiosco/bar e area pic-nic attrezzata, con la competenza del secondo, maestro di escursionismo, accompagnatore di media montagna e Guida Turistica (www.majellatrekking.eu).

E così per chi vorrà vivere un’esperienza a diretto contatto con la natura, propongono ai visitatori ore di relax al fresco dell’ombra degli alberi, seduti sulle panche e tavoli in legno potendo gustare degli ottimi arrosticini cotti al momento, e fare un giro in “barca” per attraversare lo specchio d’acqua.
Molto apprezzato dal Germano reale per l’appunto.


“Il germano reale (Anas platyrhynchos Linnaeus, 1758) è un uccello della famiglia degli Anatidae, di gradevole aspetto e noto in Italia anche come capoverde” (Wikipedia).

Questa è invece la descrizione del Lago Ticino riportata da Ercole Di Berardino sul sito www.esploramonti.it

“Il Lago Ticino è un piccolo specchio d’acqua che ha la particolarità di essere uno dei rarissimi ambienti umidi presenti in tutta l’area del Parco Nazionale. Il territorio del Parco è infatti costituito da rocce prevalentemente calcaree soggette al fenomeno del carsismo,  per cui le acque piovane e di fusione delle nevi si infiltrano nel sottosuolo per venire alla luce solo molto più in basso in sorgenti poste alla base dei grandi rilievi; tanto che gli unici specchi d’acqua permanenti presenti nel Parco sono il Lago Ticino a Campo di Giove e il minuscolo Lago Battista sui Monti Pizzi.

Il laghetto Ticino è localizzato a circa un chilometro da Campo di Giove ed è circondato da salici e pioppi secolari. Ospita specie faunistiche di particolare pregio, tutelate da un’apposita legge regionale e dalla direttiva «habitat». Il lago riveste un ruolo chiave per molti uccelli migratori, dalle anatre, agli aironi, alle cicogne, ai limicoli, ed ospita diverse specie vegetali rare come alcune grandi carici, il centocchio acquatico, la lenticchia d’acqua spatolata, l’ofioglosso comune, il salice cenerino.

Per approfondimenti e per consultare gli orari delle attività ed eventi previsti vi consigliamo di visitare:

Pagina Facebook Oasi del Germano Reale
Sito web www.majellatrekking.eu


mercoledì 9 agosto 2017

Il Parroco don Magloire presenta la sua ricerca sulla libertà di coscienza

CAMPO DI GIOVE – Venerdì 11 agosto alle 17:30 il Parroco di Campo di Giove don Magloire presenterà a Palazzo Nanni il suo ultimo lavoro accademico elaborato in occasione del conseguimento del Dottorato in filosofia.

Il titolo della ricerca è “I presupposti antropologici della libertà di coscienza in Charles Taylor”.
Nell’introduzione il Parroco scrive: “Ci siamo chiesti più volte, perché riflettere sul tema delle basi antropologiche della libertà di coscienza, e più volte siamo stati incapaci di dare una risposta, a noi, soddisfacente.
Finché, una sera, in una conferenza sull’importanza della religione nella cultura odierna, ci fu rivolta la domanda seguente: se è normale seguire la religione dei genitori e dei nonni, è altrettanto normale lasciarsi offendere e ridicolizzare da chi non crede in Gesù Cristo che spinge all’espressione dell’amore universale?”
Il lavoro intellettuale del Parroco si annuncia interessante e pieno di spunti per chi vorrà partecipare.

mercoledì 2 agosto 2017

I 120 anni della Transiberiana d'Italia. Eventi in programma dal 15 al 17 settembre

Orari e costi per gli eventi in programma per i 120 anni dall'inaugurazione della Transiberiana d'Italia
CAMPO DI GIOVE - Il 18 settembre del 1897 veniva inaugurata la linea ferroviara Sulmona - Isernia, un'opera che ha segnato la storia di una parte del territorio abruzzese e in particolare il nostro paese.

Per festeggiare i 120 anni, la Fondazione FS Italiane con il Patrocinio della Regione Abruzzo e del Comune di Roccaraso, in collaborazione con l'Associazione Amici della Ferrovia "Le Rotaie" propone per i giorni 15, 16 e 17 settembre "itinerari turistici alla scoperta dei borghi della Majella, mostra fotografica in stazione a Roccaraso con immagini inedite d’archivio e presentazione di un nuovo documentario, installazione di modelli e circuito in grande scala a “vapore vivo” nel “pratone” a Roccaraso."