Aggiornamenti importanti

Pagine di promozione culturale e turistica

mercoledì 29 aprile 2015

Pellegrinaggio alla chiesetta della Madonnina di Coccia

La chiesetta della Madonnina di Monte Coccia
(foto tratta dal sito del Parco Nazionale della Majella)
CAMPO DI GIOVE - Il Parroco don Magloire ha invitato tutti i parrocchiani a partecipare al Pellegrinaggio di sabato 2 maggio presso la chiesetta della “Madonnina di Coccia”.


Insieme al Vescovo -Mons. Angelo Spina- ed al Sindaco del paese, il pellegrinaggio partirà nel primo pomeriggio (intorno alle 14:00) dalla chiesa di Sant’Eustachio e percorrerà il sentiero di Monte Coccia sul quale, a circa 1.300 metri, si trova la chiesetta che soprattutto in passato, è stata un punto di riferimento per la devozione mariana da parte di viandanti, pastori e contadini.

All’interno infatti, si trovava un bassorilievo della Madonna con il Bambino. 
Il bassorilievo originale
trafugato da ignoti nei primi anni '70
L’opera purtroppo fu trafugata da ignoti nei primi anni ’70, come riporta l’iscrizione sulla facciata della Chiesa di San Rocco sita in Piazza G. Del Mastro.

La chiesetta risalirebbe ai secoli XVI/XVII ed è stata restaurata su iniziativa del Parco Nazionale della Majella nel 2009.

sabato 25 aprile 2015

25 Aprile, Campo di Giove commemora la Liberazione con la posa di una stele.

Campo di Giove, festa della Liberazione con la posa di una stele commemorativa.
CAMPO DI GIOVE - Questa mattina, il Sindaco ha reso omaggio ai Caduti presso il Monumento di Piazza Duval, successivamente è stata celebrata una S. Messa all’aperto.


Il paese ha così commemorato la Festa della Liberazione.

Quest’anno tuttavia, in occasione della marcia del “Freedom Trail” che arriverà a Campo di Giove venerdì 1 maggio, l’Amministrazione Comunale ha invitato gli studenti, professori e cittadini a partecipare alla posa di una stele in pietra, per commemorare il passaggio di soldati, ex internati nel campo di prigionia di Fonte d’Amore e partigiani che tentavano di raggiungere gli Alleati al di là della Majella nel periodo successivo all’8 settembre 1943.

venerdì 10 aprile 2015

La regione ribadisce l'intenzione di chiudere i punti nascita

CAMPO DI GIOVE - Ieri sera, al termine del Consiglio regionale, c'è stata una riunione dei vertici politici regionali che, in un documento firmato da tutti i consiglieri, hanno ribadito in modo compatto, l'intenzione di condividere e portare a compimento quanto contenuto nel decreto di chiusura dei punti nascita previsti, tra cui quello di Sulmona.


Una posizione, quella ufficializzata, che di certo, al di là di ogni libera scelta da rispettare, non contribuisce a rasserenare un clima che visti gli sviluppi, è destinato a surriscaldarsi ulteriormente.

giovedì 9 aprile 2015

Approvate dal Consiglio regionale due risoluzioni contro la chiusura del punto nascita di Sulmona

L’AQUILA - Il Consiglio regionale che si è svolto oggi pomeriggio ha approvato due distinte risoluzioni volte a far riconsiderare la decisione contenuta nel decreto emanato dall’attuale commissario ad acta della Sanità Luciano D’Alfonso con cui si definiscono nei prossimi mesi, le chiusure dei quattro punti nascita degli ospedali di Sulmona, Ortona, Penne ed Atri.

martedì 7 aprile 2015

domenica 5 aprile 2015

Auguri per una serena e felice Pasqua di Resurrezione

CAMPO DI GIOVE - Auguri di Buona Pasqua a tutti i navigatori del blog affinché sia davvero una serena e felice Domenica di Resurrezione.

sabato 4 aprile 2015

Meteo e viabilità a Campo di Giove nei giorni di Pasqua

CAMPO DI GIOVE - Un timido sole con meteo generalmente variabile si sta presentando in paese in questo sabato Santo che precede la Domenica di Pasqua. 

Come più volte ribadito nei post precedenti, la strada per raggiungere il paese, rimane la SR 487 da Sulmona. 

I turisti provenienti da Napoli dovranno quindi percorrere il Piano delle Cinquemiglia mentre per le provenienze via autostrada si dovrà, come di consueto, raccordarsi con la SS 17 (Variante) fino al bivio per Campo di Giove.

Il gestore degli impianti ha informato che la seggiovia pedonale "Le Piane - Guado di Coccia" sarà aperta fino a lunedì di Pasquetta.

giovedì 2 aprile 2015

Comunicato stampa del comitato "Pro guardia medica di Campo di Giove"

CAMPO DI GIOVE - A seguito degli sviluppi sulla questione della chiusura del "punto nascite" dell'Ospedale "SS. Annunziata" di Sulmona (clicca qui), il Comitato locale "Pro guardia medica" ha diramato un comunicato nel quale annuncia la propria partecipazione alla manifestazione di protesta che si terrà il 9 aprile a L'Aquila.
 
Di seguito il testo della nota:

"A seguito della riunione tenutasi giovedì scorso a Campo di Giove insieme con alcuni promotori del presidio civico territoriale di Sulmona, organizzato per protestare contro la chiusura del punto nascite, il comitato pro guardia medica di Campo di Giove ha deciso di aderire alla manifestazione che si terrà giovedì prossimo davanti al palazzo regionale dell'Aquila. Difendiamo tutti uniti e compatti il nostro ospedale e il punto nascite."

Protesta dell'Associazione Commercianti ed Imprenditori di Campo di Giove

CAMPO DI GIOVE - Ad oggi, l'unico modo per raggiungere Campo di Giove è la percorrenza della Strada Regionale 487 che lo collega con Sulmona. 

Rimangono infatti ancora chiusi i tratti per il transito del Valico della Forchetta (S.P. 12 "Frentana"), Passo San Leonardo (S.P. 54) e la strada tra Cansano e Pescocosanzo (S.P. 55) meglio conosciuta come strada del Bosco di Sant'Antonio.

Qualche giorno fa, in un comunicato stampa congiunto, i Sindaci dei Comuni di Campo di Giove e Cansano si sono rivolti agli Assessorati della Provincia e della Regione per sollecitare una riapertura  delle strade che, ricordo, sono state chiuse per il verificarsi di due frane.

Finora purtroppo, all'inizio delle festività di Pasqua, la situazione non è cambiata, e così anche gli operatori economici locali hanno voluto far sentire la loro protesta con una nota in cui parlano di eventuali "azioni eclatanti mai viste fino ad oggi qualora l'inerzia degli Enti preposti dovesse persistere".

Di seguito il comunicato.


L'Associazione Commercianti e Imprenditori di Campo di Giove denuncia l'assoluto abbandono da parte degli Enti Competenti (Regione Abruzzo e Provincia dell'Aquila) a causa del totale isolamento in cui si trova il nostro paese in seguito alla chiusura di gran parte delle possibilità di accesso al paese stesso.

Tutto è iniziato negli anni '70 con la chiusura durante il periodo invernale della S.P. Frentana motivata dal pericolo slavine. Negli anni 2000 è stata dismessa la tratta ferroviaria Sulmona – Carpinone sul cui tragitto si trova il nostro paese, infine da circa dieci giorni sono state chiuse entrambe le strade provinciali n.54 e n.55.

Potremmo aspettarci a breve anche la chiusura dell'unica strada rimasta ancora aperta che ci collega alla Valle Peligna.

Forse i nostri governanti stanno pensando a collegamenti alternativi come gli elicotteri???!!!!

La situazione è divenuta ormai insostenibile e sta definitivamente affossando la nostra già fragile economia.

Da anni nessuna delle istituzioni competenti si occupa minimamente della manutenzione ordinaria delle nostre strade e il risultato? Frane e smottamenti continui e conseguente chiusura.

La situazione non è più tollerabile, aspetteremo pazientemente ancora qualche giorno ma se la colpevole inerzia degli Enti preposti dovesse persistere, promettiamo azioni eclatanti mai viste fino ad oggi.