Aggiornamenti importanti

Pagine di promozione culturale e turistica

venerdì 29 agosto 2014

Chiusura delle manifestazioni estive 2014

CAMPO DI GIOVE - Il turista al centro del nostro programma.


Questo il messaggio della Pro Loco, rivolto al pubblico dal dirigente dell’Associazione Antonio Vella, nella serata di sabato 23 agosto, a conclusione delle manifestazioni estive 2014.

Nel salutare quanti quest’estate, hanno affollato ancora una volta il nostro paese, è stato detto inoltre che, con il programma si è puntato a far (ri)scoprire angoli e spazi di Campo di Giove ancora sconosciuti ai più, nel tentativo di valorizzare in maniera più efficace l’aspetto naturalistico e paesaggistico che, probabilmente, rappresenta il vero punto di forza del nostro paese. 

L’obiettivo è stato raggiunto? La risposta spetta in primo luogo ai turisti. 

In tanti tuttavia, hanno rivolto i complimenti per quanto visto, evidentemente si è compreso lo sforzo compiuto da chi, volontariamente, si impegna con costante buona volontà e tanto sacrificio per dare forza ad un progetto di crescita per Campo di Giove, a partire proprio dall’offerta turistica. 

Veduta del Gran Sasso da Monte Amaro
(tratto da: majellatrekking.eu)
Una breve carrellata: le numerose escursioni programmate hanno registrato una buona partecipazione, così come le diverse serate di musica classica del cartellone “Campo di note” hanno avuto un ottimo riscontro, in termini di adesione ed apprezzamento per l’alto spessore artistico messo in mostra dai diversi interpreti. 

Stampa presente alla mostra del Prof. Pisco,
raffigurante: "L'assalto dei briganti" a Palazzo Ricciardi
del 14 agosto 1862
Il Prof. Italo De Vincentiis (seduto al centro) insieme 
al Sindaco di Campo di Giove Giovanni Di Mascio 
(primo a sinistra), e l'ing. Francesco Cappa (a sinistra).
Si conferma poi alto, l'interesse per le mostre artistiche o con richiami storici, come quella di quest'anno allestita dal Prof. Gennaro Pisco sulle "madri brigantesse" senza dimenticare l'alta partecipazione alla presentazione del libro del Prof. Italo De Vincentiis "I paralipomeni al ragazzo della valle", con la sua consueta ed appassionata testimonianza di una vita trascorsa con Campo di Giove nel cuore. 

Tornando agli “angoli” del pese, è stata premiata l’idea di offrire la possibilità di un aperitivo allestito come detto in precedenza, negli angoli tra i più suggestivi del paese, così come la serata del 16 agosto, con le “fontane danzanti” e il “ballo della pupa” a conclusione della festa religiosa di San Rocco. 

Una menzione a parte merita a mio avviso, la serata dedicata al teatro dialettale campogiovese, che ha riscosso un successo di pubblico, oltre le aspettative, e che ha dimostrato come e cosa significhi andare fieri delle proprie origini, riuscendo ad evidenziare il lato più genuino dell’essere paesano.

In conclusione, ritengo sia giusto dire grazie a tutte le persone che, senza retorica, continuano a profondere un impegno concreto per il paese, dovendo “resistere” a volte, a quanti paiono remare contro. 

L’auspicio, credo condiviso, è che Campo di Giove continui a crescere e migliorarsi per raggiungere quel livello che gli spetta e gli compete di paese da conoscere e vivere!

P.S.

I video riportano rispettivamente i fuochi d'artificio ed il "ballo della pupa" a conclusione della festa di San Rocco del 16 agosto.

lunedì 25 agosto 2014

Estrazione lotteria Pro Loco Campo di Giove 2014

CAMPO DI GIOVE - Di seguito i numeri vincenti della Lotteria Pro Loco Campo di Giove 2014.


1° PREMIO:   B 004507
2° PREMIO:   A 005349
3° PREMIO:   B 000572
4° PREMIO:   B 003930
5° PREMIO:   A 009124
6° PREMIO:   B 004092
7° PREMIO:   A 001731
8° PREMIO:   A 008919
9° PREMIO:   A 009603
10° PREMIO:   A 05000    
11° PREMIO:   A 009972  
12° PREMIO:   A 001920  
13° PREMIO:   B 00591    

lunedì 4 agosto 2014

Presentazione del nuovo libro del Prof. Italo De Vincentiis

CAMPO DI GIOVE - “I Paralipomeni al ragazzo della valle”, è questo il titolo dell’ultimo libro del Prof. Italo De Vincentiis che verrà presentato il prossimo 19 agosto alle 17:00 nella sala conferenze di Palazzo Nanni.

L’autore ha scelto di utilizzare un termine dall’alto contenuto specialistico: “paralipomeni”, per sottolineare il carattere di “completamento”, di “aggiunta” alla sua precedente opera: “Il ragazzo della valle”.

I richiami più numerosi e suggestivi di questa autobiografia sono dedicati all’amatissimo Campo di Giove, con pensieri e ricordi di una vita umana, professionale e sociale che, con stile deciso e coinvolgente, trasmette al lettore la sensazione di trovarsi di fronte ad un film che proietta davanti a sé, immagini e fotogrammi di storie che, seppur appartenenti al privato dell’autore, non mancano di intrecciarsi profondamente con il vissuto di tanti altri campogiovesi della generazione coeva.


La “vis polemica” è riservata al racconto dell’uccisione del Tenente di Aviazione friulano Ettore De Corti sul monte Coccia, il 18 ottobre del 1943, da parte dei nazisti.


Un episodio che vide tra i diretti protagonisti proprio l’autore; qui, in maniera quasi rude, Italo De Vincenttis antepone in maniera chiara ed assoluta l’aderenza alla verità storica, non concedendo nulla all’orgoglio di falsi miti di comportamenti eroici che, evidentemente, tali non furono.


C’è però lo spazio per rinnovare agli amministratori comunali la richiesta di insistere affinché venga dato un formale riconoscimento alla comunità campogiovese per gli aiuti che seppe dare, a costo di altissimi rischi, ai tanti soldati alleati che transitarono a Campo di Giove per ricongiungersi con gli Alleati al di là della Majella, come testimoniato dal racconto dell’annuncio dato da Radio Londra: “Brilla una stella sulla Maiella”.


Per chi non è campogiovese, sarà interessante ripercorrere i racconti nel contesto degli anni ’60 e seguenti, anni in cui furono gettate le basi, metaforicamente e non, su cui successivamente Campo di Giove è cresciuto, ed anche in questo caso il Professore, dall’alto delle sue esperienze non manca di suggerire nuovi e fecondi percorsi da intraprendere...

Il libro potrà essere acquistato presso la sede della Pro Loco in Piazza A. Duval oppure online su Amazon all'indirizzo: http://www.amazon.it/paralipomeni-Al-ragazzo-della-valle/dp/8898706014/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1406312908&sr=8-1&keywords=i+paralipomeni+al+ragazzo+della+valle

domenica 3 agosto 2014

Protesta dei cittadini campogiovesi durante la manifestazione del Treno storico

CAMPO DI GIOVE - “La Sulmona-Carpinone non è un binario morto”, è questo uno degli slogan con cui in mattinata, presso la stazione ferroviaria del paese, un buon numero di cittadini del posto, ha accolto il treno storico della Ferrovia del Parco con a bordo, la Giunta Regionale al completo, insieme a diversi Sindaci. 

I cittadini presenti hanno voluto far sentire la propria voce alle autorità regionali minacciando la riconsegna delle tessere elettorali, su due specifici problemi di Campo di Giove: l’abbandono della locale tratta ferroviaria e -per il momento solo annunciata- chiusura del servizio di guardia medica. 

Il Presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, una volta sceso dal treno insieme al sindaco di Campo di Giove, Giovanni Di Mascio, ha assicurato che, soprattutto la questione del servizio di continuità assistenziale, sarà trattata in uno specifico incontro a Campo di Giove il prossimo 20 agosto.

Dopo la sosta, il treno è ripartito, come da programma, per raggiungere Castel di Sangro.